Brucia

Povera Italia, come direbbe Battiato, tra avviliti e corrotti non si salva nessuno e nessuno vuole prendersi a responsabilità di ciò che accade. Gli accusatori invece riempiono i giornali e le strade

Nella mia lista di cose da bruciare, raccolta per il falò di sabato, x gli under 16 c’erano libri e professori, per gli adulti politica e politici, quasi non fosse cambiato nulla dalla scuola allo stato.
Un’altra voce popolata era l’ansia, qualcuno ha menzionato debiti e ricordi che in solido e in astrazione sono +o- la stessa cosa, “15 anni da lavoratore dipendente” e “le ragazze senza pesonalità che ti criticano ma poi ti copiano”
A questa lunga lista ho aggiunto un cararmato per una piccoletta di 10 anni, l’invidia, la pigrizia, i cattivi pensieri e la tosse, poi ho bruciato.
Doveva essere un boccone pesante anche per quel fuoco alto 10 metri, questa mattina le ceneri fumavano ancora.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *