umido e secco, bivio o mediazione?

è una paura profonda che mi attraversa il cuore, come una scarica elettrica a basso voltaggio ma lunga.
E si allunga la sospensione tra il respiro e il respiro. Guardo la fiamma gialla del camino attraverso il vetro, poggio la fronte alla lastra rossa che mi separa dalla camera di combustione. Si può provare anche ciò che non si prova, come il bacio appassionato e prevaricatore in un sogno altrimenti ordinario.
Mi viene in mente che trovo + giusto essere colto dalla morte nel pieno delle proprie forze e nel mezzo della vita che debole e lento, alla fine dell’esistenza.
E mi viene tenerezza per quelli a me cari che si chiedono il perché dei loro acciacchi e delle loro vene fragili, e mi chiedo a cosa serve invecchiare se non a trovare l’enorme differenza tra come ci si sente e come realmente si è.
Ma la via secca e quella umida, è un bivio o un invito alla mediazione?
Bisogna scegliere o si può essere scelti?
Penso ad una canzone inglese che ripete incessantemente “qualcuno mi salvi dall’essere spenta nel sonno…” e penso a quella personcina piccola e intensa ormai quasi invisibile nel corpo fuori misura di una donna, che adesso ha paura, paura della morte e come una medusa nel secchiello di un bambino ignaro prova a lanciare le sue ultime flebili scosse, che inesorabili ritornano come un eco eterno.

Ma quando ci sentiamo amati improvvisamente ogni cosa ci sembra chiara, ci sentiamo capaci di interpretare il mondo, ma in verità l’amore è silenzio. Sa zittire la paura e le mille voci con cui la paura offusca la lucidità e annichilisce la concentrazione. Sarà per questo che i filosofi illuminati si definiscono innamorati. Sarà per questo che si chi-ama il dono di Dio.

Amor, ch’a nullo amato amar perdona.

« io quello
infinito silenzio a questa voce
vo comparando: e mi sovvien l’eterno,
e le morte stagioni, e la presente
e viva, e il suon di lei. »

Anaforiche polisindeti, estenuanti dissertazioni su apparenti gotici dettagli…la donna che addobba ed offre il seno…in verità lo sai, solo l’amore può mostrare a chi lo cerca il cuore.

One thought on “umido e secco, bivio o mediazione?”

  1. Amare vuol dire dare con entusiasmo, non solo a coloro cui sei legato da un vincolo di sangue o da qualsiasi legame o che dipendono da te, ma a chiunque ti sia vicino perché siamo tutti un uno

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *