Cose che capitano

mucche alla riscossa

se abiti in una grande città ti può capitare di tutto ma se abiti a boschi di Travacò e non hai chiuso il cancello, può succedere di adottare un vitello di poche ore, magari abbandonato dalla mamma in un campo. Mamma che non si trova e piccolo che ha fame. Telefoni a parenti e amici ma nessuno che sappia di chi è sta piccola quadrupede scalciante.

Scevola, propietario dei boschi mi dice”mettila in forno” ma io non mangio carne e nemmeno voglio un cucciolo di mucca seppellito nell’orto. Compro il biberon da mucche, faccio un giro di telefonate e alla fine due ore di lavoro e un po’ di espedienti… la piccola mucca ha mangiato e passato la notte nel nostro garage. I cani hanno dormito fuori e noi non abbiamo dormito affatto perchè i primi abbaiavano e la seconda rispondeva di muggito.

Questa mattina alle 8 il pastore o mandriano, non so, è venuto a reclamare il cucciolo. Mi ha detto:”ma come ha fatto lo sa che è difficilissimo che una vitella appena nata succhi dal biberon? “

Gli ho risposto:”Quasi difficile come trovare un vitellino abbandonato fuori dalla tua porta di casa”

3 thoughts on “Cose che capitano”

  1. Ciao Priscilla, incredibile quello che Travacò regala.
    Un abbraccio fortissimo a te Lorenzo Lupo e Geo.
    Ah attratto dal testo “unsubscribe” ci ho cliccato sopra salvo poi scoprire che”will no longer receive notifications from elasticgirl”. Sempre un drago con l’inglese….

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *